Creato da Wataru Yoshizumi, "Piccoli problemi di cuore" compie i suoi "primi" 20 anni! Tratto dal manga omonimo, edito in Italia da Planet Manga, il cartone animato firmato Toei Animation è stato per la prima volta trasmesso nel 1994 ma arriva in Italia soltanto nel 1997. Storia d'amore e formazione, "Piccoli problemi di cuore" è incentrata tutta su Miki e Yu, sulla loro amicizia che si trasforma presto in idillio. Ma il cartone animato rappresenta prima di tutto grandissimo spaccato di modernità, grazie alle prime "prove tecniche" in mondovisione di una famiglia allargata. La prima puntata è andata in onda il 28 gennaio 1997 (non il 27, come erroneamente indicato in rete).

Miki ha 16 anni, molto allegra ed istintiva. Va alle superiori alla Toryo ed è una grandissima appassionata di tennis. Ha una migliore amica, si chiama Meiko e le confida tutto, così come fa lei, attraverso la stesura di un diario in comune. Yu ha la stessa età di Yu, diversamente da lei è un ragazzo molto introverso ma bravo a scuola e con una grande passione per l'architettura. I due si conoscono grazie alla fine del matrimonio per entrambe le coppie di genitori che, curiosamente, finiscono per innamorarsi scambiandosi i partner.

Da una forzata convivenza, nasce qualcosa. Yu è innamorato pazzo, per Miki è un colpo di fulmine ma il carattere di lui inizialmente complica le cose. Quando Yu si dichiara, chiede a Miki di tenere nascosta la loro relazione ai genitori. Nel corso della serie, scopriremo che Yu sospetta di essere fratello di Miki, ma si scoprirà essere un equivoco così potranno vivere la loro storia d'amore senza patemi e preoccupazioni.

Il successo in Italia e la sigla.

La serie in Italia ha riscosso tantissimo successo con punte altissime di share, oltre il 20%. Le sue tematiche particolari, su tutte il divorzio e la pacifica convivenza tra coppie di ex, coinvolse sia i più piccoli che i più grandi. Grande successo, come per la maggior parte dei cartoni giapponesi arrivati in Italia, anche per la sigla scritta da Alessandra Valeri Manera e Franco Fasano e cantata dall'insostituibile Cristina D'Avena. Il rano è raccolto in diversi album della cantante, tra cui il suo "Greatest Hits" ufficiale. Occasionalmente, la serie veniva trasmessa in fascia preserale, ma fu poi cambiato palinsesto quando ci si rese conto che il cartone era in grado di rubare ascolti al telegiornale. "Piccoli problemi di cuore" è stato un fenomeno dalla portata davvero ampia e ancora oggi è impossibile non emozionarsi a sentire la sigla: "Sono piccoli problemi di cuore…".