Sei morti di camorra a Napoli in due giorni e, mentre in città si convoca il Comitato d'Ordine, siamo ormai agli ultimi ciak per la terza e attesissima stagione di "Gomorra – La Serie". Finzione e realtà si fondono in tutt'uno, la città di Napoli entra di nuovo in emergenza ma le riprese della serie cult non si fermano. Iniziate ad ottobre in Bulgaria, si sono successivamente spostate su tutto il territorio campano per un totale di 150 giorni di riprese, 160 location, 350 attori, 4500 comparse e 140 persone, tra tecnici e troupe del posto, che hanno lavorato sul set.

La terza stagione di "Gomorra – La serie", nata da un'idea di Roberto Saviano e tratta dal suo romanzo omonimo, è diretta da Claudio Cupellini e Francesca Comencini, scritta da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli e Ludovica Rampoldi. Nel cast, oltre alle conferme di Salvatore Esposito (Genny), Marco D'Amore (Ciro l'immortale), Cristiana Dell'Anna (Patrizia), Cristina Donadio (Scianèl) e Fabio De Caro (Malammore), diverse new entry come quelle di Arturo Muselli, nel ruolo di Enzo, un nuovo capofazione che cercherà di prendersi la zona centro di Napoli e Loris De Luna, nel ruolo di Valerio, un ragazzo della Napoli bene affascinato dal male. Tra le new entry anche Andrea Di Maria e Carlo Caracciolo, rispettivamente nel ruolo di ‘o Diplomat' e ‘o Crèzy, due fratelli che hanno in mano il centro storico.

La terza stagione di "Gomorra – La serie"

Pietro (Fortunato Cerlino) è morto ed ha lasciato un vuoto di potere che appare incolmabile. Ciro ha avuto la sua vendetta, ma la sua famiglia è andato distrutta, Genny sembra aver vinto la partita ma cerca di gestire al meglio i suoi due mondi, Roma e Napoli Nord. Scianèl ha perso un figlio, Patrizia ha perso un compagno: il momento della vendetta arriverà anche per loro. La terza stagione allargherà il campo della contesa su tutta la città, spostando l'attenzione su un nuovo gruppo criminale che cerca di emergere, obbligando gli storici boss del centro storico a scendere in campo.

Salvatore Conte, il presunto ritorno.

Continuano intanto i presunti avvistamenti di Marco Palvetti, interprete dell’amatissimo cattivo Salvatore Conte, sul set della terza stagione di Gomorra, ma tra il grande amore dei fan e la realtà c’è una credibilità che la serie ha il dovere di mantenere intatta. Un personaggio cattivo entrato in maniera così prepotente nel cuore dei telespettatori come Salvatore Conte, non esiste in nessun altro racconto, in nessun film contemporaneo, e sono molti quelli che gradirebbero un suo ritorno. Per adesso, sembra davvero impossibile.