La partecipazione a "Ballando con le stelle" si sta rivelando un'esperienza molto faticosa per Giuliana De Sio, che si è raccontata in un'intervista rilasciata a Libero. In gara con Maykel Font, l'attrice è stata spesso massacrata dai giurati, senza contare i duri ritmi degli allenamenti. Tanto che, come confessa con sincerità, è arrivata a perdere quattro chili in poche settimane e, se potesse tornare indietro, risponderebbe "no" alla chiamata di Milly Carlucci.

Stanca è un eufemismo. Non avevo mai fatto un'esperienza così dura nella mia vita. Mai più lo rifarei, ma ormai ci sono dentro. Una voce mi ha detto: "Fallo". Milly Carlucci me lo chiedeva da quattro anni. Non avevo capito che la mia vita sarebbe finita, almeno fino a maggio. Ho sempre seguito l'istinto, che mi ha portato o all'inferno o in paradiso. Un'eterna lotteria, non so mai se sono le forze del bene o del male che mi spingono. (…) Ballando mi sta facendo scomparire. All'inizio pesavo 53 chili, ora 49.

"Ho attacchi di panico, sono in un momento di fragilità"

Per Giuliana De Sio a "Ballando con le stelle" non sono mancate le lacrime in diretta, di fronte ai giudizi dei giurati che lei stessa ha definito "gioco al massacro". Da sempre portatrice di un'immagine di donna forte e indipendente, l'attrice si è esposta, mettendo in luce per la prima volta il suo lato più fragile.

All'inizio ero angosciata, mi sono ripresa. Volevo crescere, rompere i soliti meccanismi, a Ballando ho fatto un bagno di umiltà: mi hanno insultato e maltrattato. Do l'immagine della persona forte ma non sempre credo in me stessa. Ho paura e attacchi di panico. Sapete, anche io sono umana, come sono stata costretta a spiegare davanti alle telecamere.

La scelta di partecipare a "Ballando", del resto, è arrivata dopo un periodo difficile. Alla conclusione della una tormentata relazione con Mario De Felice è seguita la perdita della madre e di una persona a lei vicina, lo sceneggiatore, regista e attore Elvio Porta con cui è stata legata dieci anni

Ho tanti amici e persone che mi vogliono bene, ma la mia vita in un certo senso è vuota, dal punto di vista classicamente affettivo. Non ho creato una famiglia mia, non ho figli, mia madre se ne è andata un mese e mezzo fa. Mio padre non sta bene, il mio ex compagno è morto di infarto tre giorni dopo la scomparsa di mia madre (…) Ecco, sono in un momento di grande fragilità. E su quel palco televisivo sono crollata. Io. Mai avrei pensato che una come me avrebbe potuto dare spettacolo. Sono arrivate lettere, messaggi. La giuria, forse pensando che io fossi quella forte, ha voluto stupire, mi hanno insultata, se la sono presa con me con violenza. Poi si sono scusati, capitolo chiuso.

Nonostante tutto, la De Sio non ha rimpianti: "Fa più bagaglio questo talent che una serie o una cosa inutile fatta solo per denaro e per riempire il tempo". E chissà, tuttavia, che proprio grazie a Ballando non arrivi la proposta per tornare a recitare in qualche fiction: "La Rai non mi chiama da 20 anni, io sono qui".