Giovanna Mezzogiorno è stata una delle ospiti della puntata di ‘Verissimo‘ trasmessa sabato 3 dicembre. Per qualche anno, è stata lontana dal set, per fare la mamma. Nel 2011, infatti, sono nati i gemellini Leone e Zeno.

L'attrice non ha mai nascosto che la gravidanza non è stata affatto semplice: "Mi ha distrutto, ci ho messo tre anni a riprendermi". Alla Toffanin ha confidato

"Questa pausa la definirei sia voluta che forzata. Ho avuto due gemelli, quando sono rimasta incinta ero molto stanca, avevo lavorato per 15 anni. Ho deciso di stare dietro ai bambini. Questi anni sono passati velocemente. È stata una gravidanza difficile, ho dovuto prendere 23 chili e non riuscivo nemmeno a camminare. Sono nati prematuri come molti gemelli e sono stati in terapia intensiva. È stato qualcosa di talmente faticoso che non penso di ripetere questo passo, però poi è una cosa talmente bella vederli lì e sapere che ce l'hai fatta. Loro per me sono fondamentali, ma ora sono felice di tornare a lavorare".

Giovanna Mezzogiorno è tornata al cinema con il film ‘Come diventare grandi nonostante i genitori".

Mezzogiorno: "Mio padre Vittorio era assente, scoprire che aveva un'altra figlia è stato un trauma"

Giovanna Mezzogiorno, poi, ha parlato del suo privato, riportando alla mente il ricordo di un momento traumatico che ha caratterizzato la sua infanzia. Suo padre, l'attore Vittorio Mezzogiorno – scomparso prematuramente per un attacco cardiaco – ebbe una figlia con una donna che non era la madre di Giovanna

“La mia infanzia era normale, mio padre viaggiava molto mentre io ero a casa con la mamma. Ricordo un padre assente. Forse chi ne ha sofferto di più è stata mia madre. Il loro fu un grande amore. Però, è stato complicato…una storia piena di momenti molto drammatici, di separazioni, di lontananze. La mia adolescenza è stata difficile perché avvertivo le loro difficoltà e ne soffrivo. Verso i 14 anni ho avuto un momento di grande scontro con i miei genitori. Era appena nata una sorellina, frutto della relazione di mio padre Vittorio con una donna americana. Era un momento tragico. Quella nascita è stata un trauma per tutti noi e una botta terribile per mia madre. Ho reagito con molta rabbia e sono rimasta arrabbiata con lui per tanti anni. Ho fatto pace con lui e poco dopo è mancato, questo è un rimpianto. L'ho rispettato anche per le sue debolezze, era un uomo non un eroe”.

Giovanna Mezzogiorno: "Io e Accorsi abbiamo fatto percorsi diversi"

Silvia Toffanin le ha chiesto se esiste la possibilità che torni a lavorare con Stefano Accorsi, suo compagno di set nel film ‘L'ultimo bacio' e suo ex fidanzato. Giovanna Mezzogiorno ha replicato

“Io e Stefano non ci frequentiamo perché abbiamo fatto percorsi di vita molto diversi, non ci vediamo, ma se ci fosse l’occasione di rilavorare insieme assolutamente sì. Non è capitato, non ci sono stati gli incastri giusti. […] Lui è un attore che io stimo molto, tra noi c'era molta sintonia".