Oggi, domenica 30 aprile, Gerry Scotti è tornato in tv con ‘Caduta libera‘. Il presentatore si è raccontato in un'intervista rilasciata a Sorrisi.com, nella quale ha fatto un parallelismo tra le sue origini legate alla terra e il suo lavoro

"Se nel lavoro ho mai provato una gioia simile a quella della vendemmia? Beh, azzeccare un programma è una bella soddisfazione da condividere con il gruppo di lavoro. Di recente è successo con ‘Caduta libera': abbiamo seminato, l’abbiamo fatto crescere non senza fatica, perché andavamo a registrarlo in Spagna. I numeri ci hanno dato ragione. Ma è proprio questo il punto. I risultati in tv si valutano sui numeri, la mia personale vendemmia si basa anche su altro. Su una persona che mi ferma per strada e mi dice che le metto allegria, per esempio".

Scotti ha svelato, poi, un aneddoto legato al giorno della sua nascita: "In pratica sì, sono nato in una vigna. A mia mamma si sono rotte le acque mentre si riposava all’ombra dei melograni vicino alla vigna dove stavano lavorando suo marito e suo suocero".

Dal 23 maggio torna ‘The winner is' con Mara Maionchi e Alfonso Signorini.

Gerry Scotti, poi, è tornato con la mente a quando Fatma Ruffini – appoggiata da Raimondo Vianello – gli propose di condurre ‘Il gioco dei 9'. In principio, gli sembrò un passo azzardato dato che era abituato a rivolgersi a un pubblico di giovanissimi. Tuttavia accettò quella sfida e oggi è uno dei volti più amati del preserale

"Mi piace condurre i giochi del preserale. Mi viene naturale, senza fatica. Evidentemente ho una predisposizione. Ma mi permetta di aggiungere una cosa. Quando entri nelle case della gente tutte le sere diventi un’abitudine. Io però non sono abitudinario, non lo sono mai stato. Sono l’unico che non si tira mai indietro quando c’è da sperimentare un nuovo format o un nuovo modo di fare tv. Ogni anno provo per Mediaset dei ‘numeri zero'. E molti vanno poi in onda".

Infine, ha svelato che oltre a ‘Caduta libera‘ condurrà anche ‘The Winner is'. Il programma tornerà in tv a partire dal 23 maggio: "L’avevo già condotto nel 2012 e mi era sembrato riuscito. Un mix perfetto tra talent e game show. Da un lato i sogni di gloria degli aspiranti cantanti, dall’altra l’esigenza di decidere se puntare sul proprio valore o accettare il compromesso portando a casa una bella sommetta. È il dilemma che prima o poi affrontano tutti. […] Rudy Zerbi non sarà più il ‘centesimo giudice', l’esperto. Al suo posto ci sarà Mara Maionchi, una che di musica e discografia la sa lunga. Nel ruolo di ‘giudice popolare', poi, debutterà Alfonso Signorini".