C’era anche Francesco Gabbani tra i grandi artisti che si sono esibiti oggi 5 giugno sul palco dei Wind Music Awards 2017. Orfano della scimmia Filippo Ranaldi, il cantautore ha improvvisato una coreografia che, inevitabilmente, ha finito per perdere di efficacia. Cantante più che ballerino, Gabbani ha tenuto il tempo meglio possibile ma la concitazione dei movimenti e l’entusiasmo cui ha dovuto far fronte il vincitore di Sanremo 2017 hanno finito per fargli perdere concentrazione. Mentre percorreva correndo la passerella che si inoltra fin quasi al centro dell’Arena di Verona, Gabbani ha perso l’equilibrio per qualche istante, cadendo ma riuscendo nel’impresa di rialzarsi nel giro di qualche secondo.

Intanto sui social a vincere è l’effetto nostalgia. Il fatto che “la scimmia” Filippo Ranaldi non abbia accompagnato con la sua coreografia l’esecuzione di Occidentali’s Karma ha spinto il pubblico a lamentarsi. Senza il suo intervento, nulla sarebbe lo stesso, a cominciare dal ritmo della coreografia stessa. Com’è noto, le strade di Ranaldi e Gabbani si sono divise da circa un mese. Furono proprio i diretti interessati ad annunciarlo sui social network a qualche settimana dall’Eurovision Song Contest. Il cantante di Occidentali’s Karma dichiarò: “Kiev è stata l’ultima volta per la scimmia. Le sono grato, poi però andrà in pensione”. Quelle parole furono seguite dall’attestato di stima di Ranaldi: “Condividere il palco con te è stato in tutte le occasioni bellissimo. Sei una persona difficile da trovare e un grandissimo artista. Grazie di cuore davvero per tutto!!! By Scimmiografo”. I rapporto professionali si sono interrotti, ma l’amicizia tra i due resta come testimonia una foto postata da Ranaldi qualche giorno fa su Instagram, scatto in cui compare vicino all’amico Francesco.

A post shared by N.ough / Filippo Ranaldi (@noughaf) on