Domenica 4 giugno va in onda l'ultima puntata stagionale di "Che tempo che fa", con una parata di ospiti da Paolo Maldini ai Kasabian e a Fiorello, al ritorno in Rai per una sera dopo una lunga assenza. C'è però un grande punto interrogativo sul prosieguo della trasmissione su Rai3, visti difficili rapporti tra Fabio Fazio e l'azienda. Il conduttore sembra intenzionato a lasciare la Rai, dopo la questione del possibile tetto ai compensi degli artisti che lavorano nel servizio pubblico. Fazio ha lanciato numerose frecciatine nelle scorse puntate alla dirigenza e ha aperto la puntata finale con una dichiarazione di ringraziamento che ha il sapore di un possibile addio

Sarò sempre grato a tutti coloro che in questa azienda lavorano e che mi hanno accolto 33 anni fa. Anche se sono quasi tutti in pensione, forse l'unico rimasto è il cavallo! Abbiamo fatto cose splendide. Il mio percorso professionale coincide con l'azienda, vedremo se la cosa è reciproca. In ogni caso, Che tempo che fa continuerà, con lo stesso entusiasmo. Viva il pubblico, viva la Rai.

"Che tempo che fa" in onda su un altro canale?

"È molto più difficile rimanere che andare via", dichiarava Fazio giorni fa, facendo capire l'intenzione di andarsene: "Il teatrino è diventato quanto guadagniamo. Se questo è il problema, tolgo immediatamente il disturbo. Non posso rimanere in Rai se vengo considerato un costo e non un valore". A questo punto è probabile che la riduzione dei compensi artistici sfumi, ma, qualora la regola dovesse passare, le parole di Fazio a "Che tempo che fa" lasciano pensare a un passaggio del programma su un altro canale, lontano da mamma Rai. D'altronde, i rapporti con la dirigenza sono ancora tutt'altro che positivi, come dimostra anche la battutina lanciata al fisico Carlo Rovelli, ospite nel primo segmento della puntata. "Vuol far parte del cda Rai?".