Si è spento a 74 anni, Gero Caldarelli, all'anagrafe Giorgio Caldarelli. Da tempo lottava contro un male incurabile. Per 27 anni, il mimo e attore ha animato il Gabibbo, celebre simbolo di ‘Striscia la notizia‘. A dare l'annuncio, è stato Luca Abete. L'inviato del tg satirico ha comunicato la triste notizia sulla sua pagina Facebook

"Gero Caldarelli ci ha lasciati! Per 27 anni ha "dato vita" al Gabibbo! Uno di quei protagonisti senza nome e senza volto, capace, con umiltà, di fare grandi cose nel silenzio del lavoro ripagato dalla passione. Abbiamo scattato questa foto pochi mesi fa. Ora non posso che dirti il mio più sincero… Grazie!"

L'omaggio di Antonio Ricci.

Anche Antonio Ricci ha voluto ricordare l'attore. Tramite un breve comunicato ha sottolineato il modo in cui Caldarelli è riuscito a dare vita al celebre pupazzo rosso

"Gero è riuscito a dare a un pupazzo, che nasceva arrogante, grazia e poesia".

La carriera di Gero Caldarelli.

Classe 1942, Gero Caldarelli avrebbe compiuto 75 anni il 24 agosto. Dopo aver frequentato la scuola di mimo del Piccolo Teatro di Torino, ha lavorato sia a teatro che in tv. Nel 1974, poi, ha fondato con Maurizio Nichetti la compagnia ‘Quelli di Grock'. La collaborazione con Antonio Ricci ha avuto inizio ai tempi di Drive In, dove ha vestito i panni di Gawronski e Pendulus. Nel 1990, poi, ha iniziato ad animare il Gabibbo, noto simbolo di ‘Striscia la Notizia'. Nel 2003 ha pubblicato il libro ‘Una vita da ripieno – Cronache dall'interno del Gabibbo'. Qualche mese fa, invece, è uscita in libreria la raccolta di fiabe intitolata ‘Belandi, che storie! Tre mega avventure nel mondo dei besughi'.