La tensione palese tra Giancarlo Magalli e Adriana Volpe deve essere diventata insostenibile. Non solo davanti allo schermo, dove i due, a fasi alterne, si divertono a mandarsi palesi frecciatine e anche di più, viste le recenti liti in diretta. Secondo un'indiscrezione di TvBlog la conduttrice del programma sarebbe destinata a lasciare I Fatti Vostri nella prossima stagione, spostandosi solo leggermente, ovvero a Mezzogiorno in Famiglia, programma ugualmente ideato e diretto da Michele Guardì. La voce dell'addio della conduttrice vagava tra i corridoi già da tempo, ma dopo l'ennesimo siparietto in diretta tra i due, pare essere diventata una specie di certezza. Adriana Volpe sarebbe pronta a darsi il cambio con l'attuale conduttrice di Mezzogiorno in Famiglia, l'ex Miss Italia Manila Nazzaro.

Magalli dà della rompipalle ad Adriana Volpe.

Ultima in ordine di tempo, è stata la discussione tra i due conduttori del programma riferita all'età. La Volpe stuzzica Magalli, ricordando che il prossimo luglio compirà 70 anni e lui risponde per le rime: "Pijatela in saccoccia te e quelli che non dicono l'età che c'hai te. Ma farsi gli affari tuoi, no eh? Proprio non è capace…". Poi ha continuato dandole della rompipalle e rivelando ai telespettatori la sua età, 44 anni.

Il conduttore: "Non ci siamo mai amati"

Precedentemente, in un'intervista, Giancarlo Magalli non aveva negato l'assenza di simpatia reciproca con la collega conduttrice, con un'affermazione che scatenò una specie di polverone: "Non ci siamo mai amati. Questa è la verità ed è inutile negarla perché si vede. C’è addirittura un gruppo su Facebook che si chiama ‘Perché Magalli non guarda mai la Volpe quando parla?’ o qualcosa del genere. Non l’ammazzerei, per carità: ci lavoro, la sopporto, ma alcune sue prerogative non mi rendono contento. Non ci posso far niente. Ho avuto tante partner nella mia carriera, sono sempre andato d’accordo con tutte. Le uniche tre con cui non sono andato d’accordo sono la Falchi, la Parisi e la Volpe ma per motivi diversi. La Parisi era capricciosa, arrivava tardi e faceva come le pare; ho sempre detto, però, che quando lavorava era di una bravura che le si perdonava tutto. Alle altre due, ecco, manca quest’ultimo aspetto".