Era autentico il video amatoriale che ha rovinato il finale della seconda stagione di "Gomorra – La Serie". Alla fine è stato Don Pietro Savastano a morire per mano di Ciro Di Marzio l'Immortale, che consuma così la sua vendetta per la morte di sua figlia. Un omicidio che però porta la firma del figlio Genny, che incredibilmente toglie il padre di mezzo, ormai fuori dalle nuove dinamiche legato ancora alle vecchie maniere della criminalità. Nel montaggio alternato, vediamo proprio Genny diventare papà del suo primo figlio, chiamato Pietro in onore al padre fatto che ha fatto ammazzare. Un finale che ricorda per certi versi quello de "Il Padrino", con la vendetta di Michael Corleone consumata mentre si celebra il battesimo di suo nipote,

Un finale che lascia con l'amaro in bocca, certo, per l'uscita di scena di uno dei personaggi dal maggiore carisma interpretato da un attore, Fortunato Cerlino, al quale si augura un futuro luminoso anche lontano dall'egida della serie ispirata ai fatti di cronaca analizzata nel saggio best-seller di Roberto Saviano.