La morte di Nina nella terzultima puntata di Braccialetti Rossi 3 è stata la svolta di questa stagione dell'amata serie di Rai 1. Il personaggio interpretato da Denise Tantucci ha raggiunto la consacrazione di successo presso il pubblico proprio con l'episodio in cui Nina è morta, a causa dell'aggravarsi del male che la attanagliava.

Bobo riceverà il cuore di Nina con un trapianto.

Un risvolto, quello della morte, che molti avevano immaginato, pur sperando non accadesse, e che lascia intendere come difficilmente ci saranno esiti negativi per le malattie di altri personaggi della serie in questa stagione (molti avevano pensato a una possibile morte di Leo, che a questo punto sembra invece scongiurata). La morte di Nina apre invece a scenari positivi, relativi a personaggi laterali come quello di Bobo, il ragazzo che verrà operato al cuore perché riceverà proprio da Nina l'organo. Nell'episodio del 21 novembre si è visto come Nina, dopo essersi confrontata con Davide nella piscina, abbia fatto passare attraverso Toni la sua volontà di donare il cuore a Bobo con un trapianto, il cui esito si potrà comprendere solo nelle ultime due puntate di questa seconda stagione. D'altronde, il dolore e la commozione che la morte di Nina ha generato in molti telespettatori non è casuale, considerando la mole immensa di commenti che si è generata sui social network a fine puntata. L'attrice Denise Tantucci a fine puntata ha condiviso sul suo account Twitter un video in cui ringraziava i fan e li rassicurava sul suo stato di salute: "Ricordatevi che è solo una storia".

Denise Tantucci dopo Braccialetti Rossi.

Intanto, al di fuori dell'involucro del personaggio di Nina, molti si sono appassionati proprio a Denise Tantucci, l'attrice che l'ha interpretata. Giovanissima, 17anni, Denise sembra avviata ad una carriera tra cinema e tv e, ad oggi, vanta già un ruolo nella produzione internazionale "Ben Hur", rifacimento del pluripremiato film agli Oscar del 1959. Ci si chiede quali saranno i suoi prossimi progetti e al momento si sa che sarà della partita in un altro film di produzione internazionale dal titolo "400 Boys", diretto da Alastari Paton, ma che allo stesso tempo, sarà uno devi volti della serie Rai ambientata a Napoli "Sirene", scritta da Ivan Cotroneo e diretta da Davide Marengo, nel cui cast ci sarà anche Luca Argentero.