Alla fine è impossibile rimanere lontani dai propri amori per troppo tempo. Deve averlo pensato David Letterman, conduttore dello storico Late Show, abbandonato due anni fa per un ritiro epocale. Ma David Letterman ha deciso di tornare in tv e lo farà stringendo un accordo con Netflix, per realizzare una serie di interviste nei prossimi mesi. Due anni dopo il suo addio, ha detto sì a una proposta della piattaforma streaming di cui si vociferava da tempo, senza conferme né smentite. Adesso, invece, c'è la certezza da parte dei media americani e Letterman tenterà di colmare il vuoto generato dal suo addio. Il programma non ha ancora un titolo e il tutto si definirà nelle prossime settimane, ma si sa già che la premiere della serie è prevista per l'inizio del 2018. Il celebre host ha commentato così, tramite un comunicato ufficiale guarnito della sua proverbiale ironia

Mi sento eccitato e fortunato per la possibilità di lavorare a questo progetto con Netflix. Quello che ho imparato in questi due anni è che se ti ritiri per passare più tempo con la tua famiglia, verifica prima che la tua famiglia sia d'accordo. Grazie per l'attenzione, guidate prudentemente.

Ugualmente entusiasta per la collaborazione Ted Saranos, Ceo di Netflix, che commenta con un riferimento ironico ai recenti risvolti nel look del 70enne conduttore: "Conoscere David Letterman è un'esperienza da brividi. Immaginate quanto possa essere eccitante annunciare che lavoreremo insieme. David Letterman è un'icona televisiva e non vedo l'ora di vederlo all'opera, oltre la sua scrivania, nell'intento di intervistare persone che reputa interessanti. Scopriremo poi se deciderà di tenere la barba". 

La tentazione di un ritorno Letterman l'aveva già palesata dopo la recente e agguerrita campagna elettorale per le presidenziali americane, quando aveva espresso il desiderio di intervistare il presidente Donald Trump. In quell'occasione aveva anche criticato uno dei suoi eredi, Jimmy Fallon, colpevole di essere stato troppo leggero con Trump nell'intervista per la campagna elettorale.