Suon Anna è una suora di 45 anni che in passato faceva parte del corpo di ballo di programmi televisivi. Dopo un periodo buio, Anna ha cominciato a fare la ballerina di lap-dance nei locali per adulti. La sua storia, il suo racconto, in onda a "La vita in diretta" in una intervista di Marco Liorni. Un percorso di riconciliazione lungo, iniziato gradualmente. Anna ha dichiarato di essersi vergognata di questo talento, poi è riuscita a riconciliarsi ed è riuscita a capire che forse poteva mettere al servizio degli altri il suo talento.

Non cambierei mai niente. Se sono qui, ho fatto un'esperienza così forte e perché arrivo da questa storia. Doveva essere così. Fino a qualche anno fa, soffrivo delle mancanze dentro.

È stata la sua Superiore, Suor Paola, a consigliarle di non vergognarsi del suo passato e del suo talento e di veicolare le sue capacità per unire le persone. Così, davanti ad un estasiato Marco Liorni, Suor Anna ha raccontato come ha cominciato a riprendere a danzare.

Voglio dare motivo alla sofferenza. In convento, il dono del ballo l'ho usato per comunicare. Avevo lasciato la danza perché pensavo che allontanasse i giovani da Dio e da se stessi. Ma Suor Paola mi disse: ‘Questo talento devi metterlo al servizio di Dio'.

Suor Anna non voleva fare la ballerina, si era solo avvicinata come hobby e successivamente ha scoperto di essere tagliata per quest'arte.

Io mi sono avvicinata alla danza solo come hobby, poi però ho scoperto che mi piaceva proprio. È stato un passaggio da qualcosa che metteva me al centro fino a esprimere come donna questo mio appartenere a Dio e all'umanità. Non danzo più solo io, ma danziamo insieme.

Terminata l'intervista, Suor Anna ha ballato sul palco de "La vita in diretta" lasciando lo studio tra gli applausi del pubblico. Liorni ha poi scherzato: "La pace sia con te, posso dirlo pure io, vero?". La storia di Suor Anna ha ricordato per certi versi quella di Suor Cristina, la suora che ha partecipato a "The Voice" e che adesso è nei teatri con il musical "Sister Act".