L'indiscrezione è di quelle potenti e spariglia decisamente le carte a pochi giorni dall'annuncio dei palinsesti Rai: l'Arena di Massimo Giletti potrebbe chiudere dopo 13 anni. Questa la notizia data in mattinata da TvBlog, nonostante pochi giorni fa fossero state confermate 5 puntate estive del programma. Il giornale online di tv che aggiunge anche come il progetto di Rai1 non sia assolutamente quello di ridimensionare il ruolo del conduttore, garanzia in fatto di ascolti, bensì di affidargli una fascia ancora più delicata, quella del sabato sera. Ecco quanto si legge

Massimo Giletti ha ricevuto dalla Rai la proposta di occuparsi in maniera più massiccia del prime time di Rai1, per ora specificatamente della serata del sabato, dove Giletti, qualora dovesse accettare la proposta dell'azienda radiotelevisiva di Stato, potrebbe proporre una serie di spettacoli (si parla di 10-12 nell'arco di una stagione televisiva) sull'onda di quelli da lui condotti nello scorso autunno e che ottennero buoni indici di ascolto.

Si tratterebbe, dunque, di una totale inversione di tendenza da parte dell'azienda rispetto a quella che si stava prefigurando nel finale di stagione, quando si era parlato di un possibile addio di Giletti alla Rai. Poi la marcia indietro sul tetto agli stipendi degli artisti attuata dal servizio pubblico ha rasserenato gli animi e farebbe apparire fisiologica questa iniezione di fiducia dell'azienda verso uno dei volti Rai imprescindibili degli ultimi anni. D'altronde non è un mistero che Giletti abbia più volte reclamato maggiore spazio nei palinsesti, dalla prima serata a qualche accenno sornione a Sanremo, con la proposta provocatoria di una conduzione di coppia con Barbara D'Urso.

La storie de L'Arena.

Nel frattempo, se il 28 giugno dovesse essere confermata la notizia della chiusura dell'Arena, si tratterebbe della fine di un'era per Rai1. Il programma, nato 13 anni fa come una costola della Domenica In che Giletti conduceva insieme a Mara Venier e Paolo Limiti, è diventato col tempo una vera e propria colonna del pomeriggio domenicale della prima rete Rai. Premiato da ascolti sempre crescenti, adesso lascerebbe un vuoto importante in una fascia oraria in cui la concorrenza di Barbara D'Urso crea non pochi problemi. Nel frattempo alla conduzione di Domenica In potrebbe arrivare Cristina Parodi, pronta a sostituire Pippo Baudo.