Carlo Conti commosso, annuncia di aver devoluto 100mila euro alla Protezione civile vale a dire il suo compenso netto percepito al Festival di Sanremo 2o17. Lo dichiara in conferenza stampa, visibilmente commosso e togliendosi qualche sassolino dalla scarpa in riferimento alle polemiche dei giorni scorsi.

Visto che vi divertite a dire le cifre, questo è il mio bonifico di 100mila euro alla Protezione Civile. Aiutare gli altri è bello, ma è bello farlo in maniera segreta, mi dispiace averlo dovuto dire. Non dovete fare l'applauso perché questo per me è un dovere, un dovere che io ho proprio perché so che cosa vuol dire non arrivare a fine mese, non avere la possibilità di comprare un paio di jeans. Questa è la normalità.

Quando gli chiedono se questo è stato un po' un volersi liberare di un peso, lui minimizza

Io vivo con onestà e rispettando il lavoro degli altri. All'inizio di questo Festival, un pochino di mancanza di rispetto del mio lavoro c'è stato, ma io non vivo con rancori.

A quel punto, Conti spiega di aver voluto agire in questo modo proprio per far capire a tutti cifre e numeri del suo compenso, oltre a sottolineare come il gesto della beneficenza vada fatto in gran segreto e in maniera rispettosa e decorosa.

Penso che la beneficenza vada fatta in segreto, perché ti dà forza. Verrà meno questa forza ma sento che ho dovuto per forza di cose fare tutto alla luce del sole.

Il triennio gestito e diretto da Carlo Conti è stato un grande successo, la terza finale è la più vista nella storia del Festival dal 2002. Con oltre il 58% di share, Carlo Conti ha conquistato il grande pubblico di Rai1. Lascia con l'amaro in bocca dopo questa polemica, ma nessuno riuscirà a togliergli il merito di aver ridato lustro al Festival di Sanremo, di averne ringiovanito di fatto il brand e di aver cambiato l'inerzia della kermesse dei fiori.