Bill Cosby e Rudy, la figlia minore al tempo de "I Robinson", di nuovo insieme e non a caso. L'attore si è presentato con l'attrice interprete di quel tenerissimo ruolo, Keshia Knight Pulliam, che oggi ha 38 anni, alla prima udienza del processo che lo vede imputato con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di dieci tra attrici e collaboratrici che hanno gravitato intorno ai suoi affari e ai suoi lavori, a cavallo tra gli anni '70 e gli anni '90.

Per molti, l'arrivo di Bill Cosby e Keshia Knight Pulliam a braccetto, ha rappresentato un modo per l'attore di colpire l'immaginario, restituendo un'aria di innocenza. Una mossa mediatica? La coppia ha sorriso ai fotografi tirando dritto, senza fermarsi e rispondere alle domande dei cronisti asserragliati all'esterno del Palazzo di Giustizia della Contea di Montgomery. All'interno dell'aula sono state vietate le telecamere, la giuria terrà in esame quanto dibattuto per due settimane prima di esprimersi.

Keshia ha sempre difeso Bill Cosby.

"Non è l'uomo che conosco". Così Keshia Knight Pulliam ha sempre difeso Bill Cosby in questi ultimi due anni in cui sono emerse accuse su accuse. Nefandezze di ogni genere gli sono state attribuite, lui ha parlato pochissimo ma tanti che lo hanno conosciuto bene si sono espressi

Io non c'ero e non c'era nessuno per sapere esattamente cosa sia successo, ma tutto quello che posso dire è che niente di ciò che ho sentito si avvicina minimamente all'uomo che ho conosciuto e amato. Siamo ancora in America, dove si è innocenti fino a prova contraria.

La "piccola" Rudy è dalla sua parte, fino alla fine.