Inizia il processo ai danni di Bill Cosby, investito da un gigantesco scandalo sessuale che ha avuto origine nel 2014. L'attore 78enne, divenuto celebre in tutto il mondo nei panni del rassicurante capofamiglia della sitcom "I Robinson", è apparso nel tribunale della contea di Montgomery a Norristown, (Pennsylvania) oggi, martedì 2 febbraio.

Cosby deve difendersi dalle accuse di violenza sessuale nei confronti di Andrea Constand. Un caso risalente al 2004, quando la donna, ex direttrice della squadra di basket della Temple University (Filadelfia), dichiarò di essere stata stuprata dall'attore nell'abitazione di lei. Cosby ha fatto il suo ingresso nel palazzo di giustizia senza rilasciare alcun commento: circondato da poliziotti, accompagnandosi con un bastone, è entrato al fianco dei suoi avvocati Monique Pressley e Brian J. McMonagle e di una guardia del corpo.

La tesi dei difensori di Cosby.

I difensori del divo potrebbero però aver trovato un modo per sospendere il procedimento ai suoi danni. I legali sostengono infatti come Cosby non possa essere perseguito per l'aggressione alla Costand in virtù di un precedente accordo sottoscritto con Bruce L. Castor Jr, ex procuratore distrettuale. Nel 2005, la Constand trascinò per la prima volta Cosby in aula, in una causa civile, durante la quale Castor concluse che non ci fossero sufficienti elementi per incriminare l'attore.

Proprio durante la sua testimonianza nel corso di quel processo, Cosby ammise peraltro di aver drogato una donna per avere rapporti sessuali con lei, in una precedente occasione a Las Vegas. La procura sta vagliando la richiesta degli avvocati: il procuratore Kevin Steele ha comunque dichiarato che Cosby dovrebbe essere in possesso di un documento scritto che ne attesti l'immunità assoluta dalle accuse. Come riferito da Daily Mail, Steele sostiene come tale documento non esista.

Cosby accusato di stupro da 50 donne.

La bufera che ha investito Cosby è senza precedenti, soprattutto considerato che si tratta di un personaggio noto del mondo dello spettacolo. Sono oltre 50 le donne che lo hanno accusato essere state da lui drogate e violentate, ma il caso della Constand, al momento, è l'unico che risulta perseguibile penalmente. L'attore si è sempre proclamato innocente.

La maggior parte di queste presunte aggressioni risalirebbero agli anni '60 e 70: proprio la distanza temporale le rende non ammissibili per eventuali procedimenti penali. Le accusatrici, tuttavia, hanno inoltre presentato una serie di cause civili contro Cosby, nelle quali sostengono di essere state da lui diffamate in quanto definite "bugiarde".