Le prime impressioni su "Non è stato mio figlio" lasciano intendere che la nuova fiction con protagonista Gabriel Garko non sembri destinata allo stesso successo di "L'onore e il rispetto". Lo confermano le numerose critiche via web e gli ascolti non esaltanti della prima puntata (superata da "Baciato da sole"). Eppure, la presenza di una gloria del cinema italiano come Stefania Sandrelli e l'alchimia tra i due protagonisti Garko e Adua Del Vesco, che proprio sul set si sono innamorati e fidanzati, potrebbe far resistere le irriducibili fan del bel Gabriel e gli appassionati della fiction mélo con abbondanti dosi di eros. Nell'attesa di capire quale sarà il riscontro del pubblico nelle prossime puntate, andiamo a scoprire le anticipazioni del terzo episodio, in onda martedì 22 marzo in prima serata su Canale 5.

Andrea accusato dell'omicidio di Ornella.

Andrea Geraldi (Gabriel Garko) viene portato in commissariato con l'accusa di aver ucciso Ornella (Maylin Aguirre), la ballerina del Bimbastar. Inizia l'interrogatorio. L'omicidio e' stato commesso alle 11 di sera, quando lui non era ancora con Nunzia (Adua Del Vesco), con cui ha passato la notte. Ma Andrea ha un alibi anche per l'orario dell'omicidio: si trovava a casa della sua ex fidanzata, Rebecca (Anna Favella). La ragazza viene subito convocata… Intanto, la piccola Carlotta (Aurora Giovinazzo) inizia a rivelare parte dei segreti che custodisce. Mentre sua nonna Anna (Stefania Sandrelli) e il suo papà, Roberto (Massimiliano Morra), si chiedono, angosciati, cosa stia succedendo alla loro famiglia, la bambina afferma, indecifrabile: "È Carlos (Stephen Kaefer), Carlos ci odia".