in foto: Il personaggio Giovanni Franza interpretato da Alessio Boni

La terza puntata della fiction ‘Di padre in figlia‘ andrà in onda mercoledì 26 aprile. Abbiamo lasciato la narrazione ferma agli anni '70, quando Franca decide di seguire il vero amore, fuggendo con Jorge. La donna, però, si vedrà costretta a tornare a casa, quando i rapporti tra Sofia e il padre Giovanni diventeranno sempre più tesi.

L'uomo non perdona alla figlia di aver messo in pericolo la vita di Antonio – l'unico e tanto desiderato figlio maschio – facendogli assumere LSD. Così, la giovane viene rinchiusa in collegio. Nel terzo episodio siamo nel 1980. Maria Teresa si è laureata in chimica e il padre le offre il lavoro di segretaria nell'azienda, ma lei rifiuta.

Riccardo ed Enrico, al contrario, riconoscono le sue potenzialità e la assumono come enologa nella distilleria ‘Sartori', ossia nell'azienda che è in competizione con quella di Giovanni. Quest'ultimo e il figlio Antonio provano a rilanciare la loro attività con una grande campagna pubblicitaria. Elena va a curiosare sul set e attira l'attenzione di Fabrizio, il fotografo.

Elena si innamora di Fabrizio e lascia il marito Filippo.

Maria Teresa e Riccardo lavorano bene insieme. Lui è ormai sposato e padre di un bambino, ma è anche molto presente nella vita di Maria Teresa. Sofia termina il collegio, dopo essere scappata più volte, e si rifiuta di tornare a casa. Anche il gemello Antonio non ha più contatti con lei, perché la giovane lo ritiene troppo succube del padre.

Elena, sempre più intrigata da Fabrizio, inizia a fantasticare sull'ipotesi di avere una seconda vita. Poco dopo passa all'azione. Scappa a Milano, raggiunge Fabrizio e inizia a lavorare come modella. Filippo, lasciato dalla moglie, riflette sui suoi sbagli e inizia a condurre una vita più sana. Franca si occupa di lui e delle nipotine. Inoltre, è molto preoccupata per il figlio Antonio che appare sempre più inquieto.

Antonio, pur di essere all'altezza delle aspettative del padre, si fida di un personaggio che lo coinvolge in una truffa. La Guardia di Finanza mette i sigilli alla distilleria Franza. Giovanni, deluso, taglia i ponti con il figlio. Per Antonio è un colpo insostenibile.