La finale di Amici 2017 si è conclusa ed ha visto trionfare il ballo. A vincere questa edizione del programma è stato Andreas Muller. Dopo 5 anni un ballerino torna ad occupare il primo gradino del podio, trionfando nel talent ideato da Maria De Filippi: in qualità di vincitore si aggiudica un premio di 150mila euro. La sfida finale ha visto scontrarsi un ballerino e un cantante, grazie al meccanismo della finale che, a differenza degli anni scorsi, ha separato il guppo di quattro arrivato in finale, composto da due ballerini e due cantanti, facendo in modo da portare all'atto finale un rappresentante di entrambe le categorie.

Le due semifinali senza storia.

Il primo turno ha visto dunque scontrarsi Andreas e Sebastian da una parte, Riccardo e Federica. Due sfide intense, serratissime, fatte di più di cinque esibizioni a testa e quindi prima di tutto stancanti da un punto di vista fisico. Nella sfida tra ballerini la leadership di Andreas è stata messa in discussione da un sorpasso inatteso e improvviso di Sebastian, che poi ha dovuto soccombere alla popolarità e la storia dell'avversario in questo programma. Il ballerino è stato ricompensato con una grande offerta di Eleonora Abbagnato, che gli ha proposto di prendere parte ad una tournée di un corpo di ballo del quale farà parte anche lei. Per quel che riguarda la sfida tra Riccardo e Federica, invece, il pronostico non è mai stato messo in discussione: il cantante ha dominato interamente lo scontro, senza mai rischiare un sorpasso da parte della sua amica e compagna di squadra, la quale può comunque accontentarsi del contratto discografico in tasca da diverse settimane.

Lo scontro finale tra Andreas e Riccardo.

La finale tra Andreas e Riccardo è stata a senso unico, con il ballerino in testa dall'inizio sino alla fine della sfida, inaspettatamente in maniera piuttosto netta. Questo a dispetto di una fama, come quella di Riccardo, che per tutta la serata è stato in testa ai tt nazionali su Twitter e gode di una popolarità incredibile presso il pubblico più giovane.