Mara Venier non dice addio alla tv e dalla prossima stagione tornerà a Tu Sì Que Vales, su Canale5, al fianco di Maria De Filippi. La notizia non sarebbe così eclatante se la Venier, pochi giorni fa, non avesse fatto intendere di meditare ad un addio alla tv. "Non mi arrivano proposte", diceva Mara, il che se viene associato alla scelta di prendere casa a Santo Domingo, aveva alimentato ancora di più l'idea di un suo lento allontanamento dal piccolo schermo. In un'intervista a TgCom24 ha commentato così la notizia del suo ritorno al talent di Canale5

Avevo detto che non avrei lavorato e invece si ritorna con grande gioia a Tu si que vales. E' un programma che amo moltissimo: mi ha fatto conquistare quella fetta di pubblico dei ragazzi, mentre a Domenica in avevo un pubblico adulto, fatto di signore. Cominciamo a registrare adesso, avevo già fatto i biglietti per Santo Domingo e invece devo buttarli via. Non ci pensavo più tanto, dopo tre anni di grandissimo successo mi sono detta: ‘Magari stanno pensando a qualcun altro'. Poi invece settimana scorsa ho sentito Maria e mi ha detto: ‘ma sei pazza? ma quando mai!'… così ho accettato subito

Mara Venier è stata tra quei personaggi televisivi (insieme a Fiorello, Mentana ed altri) che hanno difeso Massimo Giletti e contestato alla Rai la chiusura dell'Arena, costola di una Domenica In che aveva condotto con Giletti e Paolo Limiti, 13 anni fa, come lei ricorda, omaggiando il conduttore scomparso pochi giorni fa: "Mi dispiace perché l'Arena è nata in una mia Domenca In, che ho fatto con Paolo Limiti e che mi manca tanto. L'Arena è uno spazio che avrei dovuto condurre io ma proposi a Massimo di farlo lui, perché aveva un taglio giornalistico… Giletti è cresciuto tantissimo, è un numero uno. Per onestà intellettuale ed amicizia ho fatto questo post. E' curioso che un programma che porta ascolti e pubblicità poi venga cancellato. Sono scelte editoriali che sinceramente non capisco".

D'altronde Mara Venier sostiene di non aver ricevuto un trattamento troppo diverso dall'azienda di servizio pubblico, pochi anni fa, quando nonostante gli ascolti, venne di fatto esclusa dai palinsesti. Anche se lei, allora come oggi, interpreta la cosa con una certa serenità

Mi sono stati tolti dei programmi che facevano grandi ascolti e non ho mai detto una parola, ma neanche nessuno si è esposto a dire ‘però è un peccato'. La vita è così, non me la prendo più di tanto, perché ti possono togliere i programmi, ma l'affetto che il pubblico mi dimostra quotidianamente non me lo toglie nessun direttore generale o di rete.