Alessandro Corona ha vinto i 500mila euro ad Affari Tuoi lo scorso 18 gennaio ma la puntata è andata in onda solo ieri, lui però si è tolto lo sfizio di non rivelare nulla ad amici e parenti perché non voleva si perdesse il gusto della sorpresa. In una intervista per il Corriere della Sera, firmata da Chiara Maffioletti, il giovane fortunato vincitore rivela che 500mila euro non cambiano la vita però rappresentano di certo "il sogno americano".

Faccio il gelatiere, il gelato è la mia passione e come tutti il mio obiettivo era aprire una gelateria in cui sviluppare la mia idea. Ma sono giovane e in Italia se non hai tanti soldi o grandi garanzie è difficile riuscire ad avviare un’impresa. […] Per certi versi sono stato cresciuto dai miei nonni e per 13 anni, quando andavo a cena da loro, la tv era accesa su questo programma, di cui sono grandi fan. Mio nonno lo era, perché purtroppo è mancato. Mi avrebbe fatto tanto piacere fargli vedere la mia partita, ma sentivo che era con me.

"Siamo una generazione vessata dalla crisi"

Una sera ero a cena da mia nonna, appunto, ed ero appena stato alla Camera di commercio di Milano per vedere se c’era qualche incentivo per giovani imprenditori. Nulla. Venivo da un periodo in cui anche dalle banche non c’era mai uno spiraglio, non danno fiducia. Siamo una generazione vessata dalla crisi, dall’ineguaglianza e dalla mancanza di opportunità, purtroppo, e vengo da una famiglia di operai della provincia di Milano. Insomma, mi stavo scontrando con la dura realtà quando in tv è apparso l’annuncio per candidarsi come concorrenti.

Aveva le idee chiare, Alessandro, che potrebbe essere uno degli ultimi a vincere 500mila euro.

Mi bastava anche vincere il minimo, perché comunque sarebbe stato qualcosa che non avevo che sarebbe finito nel calderone della somma di cui avevo bisogno per iniziare a costruire il mio futuro. In questo senso posso dire di aver fatto una partita ragionata. […] Certo sei affidato al caso. Ma serve anche una dose di coraggio e azzardo che sento di aver avuto. Quando mi venivano fatte le offerte per non proseguire con il gioco non ho mai esitato proprio perché mi dicevo che anche se avessi vinto il minimo che avevo in palio, 11mila euro, erano comunque 11mila euro che mai avrei avuto prima. E così ho pensato: sta andando tutto per il verso giusto, magari è la mia giornata fortunata.

"Mia nonna si è rotta il menisco"

Sono esplosi di gioia. Ed è esploso anche il mio telefono, mi hanno chiamato un sacco di amici, tutti felicissimi per me. Davvero, non ho ricevuto nessun commento d’invidia o altro. Mi hanno detto tutti che me lo meritavo. Forse perché ho sempre lavorato, mi sono sempre dato da fare per realizzare il mio sogno di una gelateria. Viaggio molto, qualche mese fa sono stato a lavorare in Cina, domani partirò per Londra e lavorerò due o tre mesi in una gelateria.  Mia nonna? Ehhhh, era felicissima, pazza di gioia. Solo che nell’euforia è caduta e si è rotta un menisco..