Alba Parietti è stata l'ultima grande conduttrice delle innovative trasmissioni di Gianni Boncompagni. Indimenticabile l'esperienza per due stagioni di "Macao", programma offerto in seconda serata su Rai2 dal 1996 al 1998. Il format è stato interamente ideato dal rivoluzionario autore televisivo, dai dialoghi alla selezione del cast, dalle canzoni, anche qui grandi successi come "Ballerina di Siviglia", fino alla stessa scenografia.

Alba Parietti ha condotto la prima edizione per intero, uscendo solo dopo alcune puntate della seconda stagione per divergenze proprio con Gianni Boncompagni. È lei stessa a ricordarlo attraverso il suo profilo Facebook personale, dopo aver postato la sigla di "Macao"

Così ti ricordo…eravamo felici…e lo sapevamo.

Nel rispondere ai commenti dei fan che le hanno chiesto perché avesse lasciato il programma dopo poche puntate alla seconda stagione, Alba Parietti ha parlato di divergenze di vedute, ricordando il carattere difficile dell'autore.

Per differenza di vedute sulla trasmissione. Non aveva un carattere con il quale ti potevi confrontare facilmente. Comunque un genio.

"È stato il mio scopritore"

Alba Parietti è stata scoperta a tutti gli effetti da Gianni Boncompagni. Era il 1982 quando fu lanciata con il programma "Galassia 2". Lo stesso "Macao" è ancora considerato da lei come "il programma della vita"

È stato il mio scopritore a tutti gli effetti. Era un eccezionale autore e regista ma soprattutto era un vero e proprio talent scout, anche se non era per niente facile lavorare con lui, perché aveva un carattere estremamnete introverso: o ti adorava o quasi non ti rivolgeva la parola. Però ti dava la possibilità di avere il meglio a livello televisivo e poi ti lasciava a briglia sciolta.

"Macao", come tanti altri programmi firmati da Gianni Boncompagni, ha lanciato le carriere di tantissimi artisti e giovani comici: Sergio Friscia, Paola Cortellesi, Biagio Izzo, Sabrina Impacciatore, Lucia Ocone (entrambe già presenti in "Non è la Rai"), Fabio Canino, Valentina Pace ed Enrico Brignano.